Longitudinal analysis shows durable and broad immune memory after SARS-CoV-2 infection with persisting antibody responses and memory B and T cells

I risultati mostrano che la maggior parte dei pazienti COVID-19 sviluppa una difesa immunitaria ad ampio raggio contro l’infezione da SARS-CoV-2, che comprende anticorpi e cellule B della memoria che riconoscono sia l’RBD che altre regioni del picco, cellule T CD4+ polifunzionali e largamente specifiche e cellule T CD8+ polifunzionali.

È molto probabile che la risposta immunitaria all’infezione naturale fornisca immunità protettiva anche contro le varianti SARS-CoV-2 perché gli epitopi delle cellule T CD4+ e CD8+ saranno conservati. Pertanto, è probabile che i pazienti guariti da COVID-19 si difendano meglio contro le varianti rispetto alle persone che non sono state infettate ma sono state immunizzate solo con vaccini contenenti spike.

Cohen KW et al. Longitudinal analysis shows durable and broad immune memory after SARS-CoV-2 infection with persisting antibody responses and memory B and T cells.

medRxiv [Preprint]. 2021 Apr 27:2021.04.19.21255739. doi:10.1101/2021.04.19.21255739.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.